Tradurre i tuoi documenti può aiutarti a vendere di più? Il tuo sito, la tua pubblicità, il tuo menù, e il tuo catalogo sono i principali strumenti di comunicazione tra te e i tuoi clienti. Se volessi vendere all’estero, non dovresti tradurli in inglese – e magari anche altre lingue? 

E cosa facciamo con altri tipi di testi gestionali oppure turistici, come per esempio i listini prezzi e le relazioni aziendali, oppure le mappe e i cartelli? Se i tuoi stakeholders parlano una lingua diversa dal tuo, la traduzione è d’obbligo. 

Se volete esporre in fiera, ha senso produrre i materiali in diverse lingue? La comunicazione efficace include la traduzione, non c’è dubbio, e il traduttore è un esperto in questo processo. 

Ma come si traduce un testo? In che modo ci si organizza? Il processo di traduzione ha 5 fasi principali.

1. Analizzare 

Prima di accettare il lavoro, è necessario leggere il documento completamente (se è corto) o in sezioni (se è lungo) per capire di cosa si tratta, il livello di difficoltà, e se è necessario fare altre ricerche. Il traduttore professionista tipicamente è specializzato in uno o più ambiti di conoscenza, e quindi conoscere l’argomento del documento in questione è un fattore determinante che influenza la decisione di accettare il progetto e l’organizzazione del lavoro. Questa prima fase può richiedere da pochi minuti a una giornata, o di più se il testo è proprio lungo.

Questo è anche il momento di decidere se servono altri servizi (SEO, localizzazione, transcreation, etc.) e il cliente dovrebbe anche fornire materiali di riferimento (cataloghi, glossari, immagini, etc.), se li ha. Il prezzo sarà calcolato in base alla difficoltà, al domain (tecnico, pubblicitario, etc.), al numero di parole da tradurre e ai servizi aggiuntivi. In certi casi, le parole ripetute nel testo potrebbero abbassare il prezzo, ma un’eventuale urgenza di consegna sicuramente costerà di più. Alla fine ci si metterà d’accordo per il compenso e la data di consegna. Tenete presente che i lavori migliori non sono fatti di fretta.

2. Tradurre

Il lavoro vero e proprio di traduzione viene svolto durante questa fase. Il traduttore starà per ore davanti al suo computer a riscrivere il tuo testo nella lingua target. Probabilmente userà un CAT tool (Computer Assisted Translation tool), ovvero un’applicazione che gli permette di gestire il lavoro più efficacemente. 

La velocità di traduzione non dipende solo dalla quantità di parole, perché alcune espressioni sono difficile da rendere e a volte molte ricerche sono necessari per capire bene. Invece, se il traduttore conosce bene il modo in cui bisogna scrivere dell’argomento in questione, riuscirà a completare il lavoro più in fretta.

3. Revisionare

Dopo aver finito di tradurre, subentra la prima fase di revisione, che permette di verificare se ci sono errori di battitura o di interpretazione. Anche gli aspetti tecnici della formattazione (font, tag, link, etc.) devono essere controllati. Una revisione consiste in una rilettura completa del testo, senza tralasciare nulla.

Durante le fasi di traduzione e revisione, il traduttore potrebbe avere delle domande sulla terminologia oppure sulle descrizioni. Infatti, la chiarezza è la responsabilità dell’autore del testo e il traduttore non si deve inventare nulla. Piuttosto, è un lavoro che si fa insieme al cliente per ottenere il risultato che soddisfa gli obiettivi del testo.

 

4. Staccare

Dopo la revisione è il momento di fare una pausa per distanziarsi dal progetto, se il traduttore se ne occupa da solo. Distaccarsi dal testo serve a rinfrescarsi le idee per essere in grado di vedere il testo con occhi nuovi. Idealmente il traduttore si dedicherà ad un altro progetto oppure ad una cosa totalmente diverso, e quando lo riprende in mano nuovamente, potrà eseguire la revisione finale per produrre un bellissimo testo definitivo.

Molto spesso però, i traduttori lavorano in coppia – uno traduce e l’altro rivede – specialmente se il progetto è gestito da un’agenzia. Revisionare il lavoro di un’altra persona essenzialmente significa verificare che è stato fatto tutto nel migliore dei modi, ed anche suggerire migliorie del testo, con il consenso del traduttore. Non significa ritradurre quello che il traduttore principale ha già fatto.

 

5. 2a Revisione

“Scrivere senza paura, revisionare senza pietà” è il modo migliore per ottenere un testo ottimale in qualsiasi lingua. Come si inquadra la seconda revisione in termini di prezzo? La seconda revisione è conteggiata come un servizio a parte ma non deve essere considerata una spesa in più. Mi piace vederla come una polizza di assicurazione – un prezzo piccolo da pagare per assicurare la massima qualità

Torniamo a considerare gli stakeholders, gli obiettivi commerciali, e i tuoi clienti. I tuoi testi sono il tuo punto di contatto con loro. Se sono fatti bene, loro si sentiranno in grado di comunicare con te.

Scrivi a marsha@burdickcommunications.com per informazioni su come tradurre i tuoi testi in inglese.

A presto!

Marsha

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *