Studiare l’inglese è simile alla pratica di uno sport, e quindi dobbiamo cominciare con le basi e bisogna allenarsi regolarmente. Quali sono le prime cose da studiare? Cosa significa essere al livello A1? Quanto tempo occorre tutti i giorni per fare progressi? Cosa sa fare uno studente al livello A2?

Potrai trovare le risposte a queste domande in questo primo articolo di una serie di tre per darvi un’idea di cosa bisogna saper fare per qualificarsi ai diversi livelli. Spero di aiutarti a capire dove sei e quindi da dove cominciare il tuo percorso di apprendimento. Pronti? Partenza. Via!

Terminologia ed Opportunità

Comunamente si usano le sigle A1, A2, B1, B2, C1 e C2 per fare riferimento ai diversi livelli di studio, ma non tutti sanno che il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue è semplicemente una descrizione delle diverse capacità e ci permette di fare un po’ di ordine. Il PDF che trovate a questo link è una scheda per l’autovalutazione emesso dall’Unione Europeo nella lingua italiana e vi permetterà di valutare le vostre capacità. I livelli A1 e A2 sono assegnati ai principianti che riescano a comunicare ad un livello base, mentre i livelli B1 e B2 sono attribuiti ai più autonomi e i livelli C1 e C2 vengono assegnati alle persone che comunicano ad un livello avanzato.

Esistono degli esami di diverso tipo per certificare tutti questi livelli. I bambini possono fare una serie di esami della Cambridge: Starters (pre-A1), Movers (livello A1) e Flyers (livello A2), oppure prepararsi per gli esami Trinity GESE (specificamente per l’inglese parlato) al livello più opportuno.

Gli adolescenti e gli adulti possono fare gli esami Trinity GESE oppure il Cambridge KEY o IELTS per accertare il loro livello. Superare un esame formale sicuramente dà soddisfazione ma può anche essere necessario per accedere ad altri corsi oppure alle promozioni in ambito lavorativo.

4 Abilità Intrecciate

Tornando alla scheda di autovalutazione, noterete le parole “comprensione”, “parlato” e “scritto” nella prima colonna a sinistra, poi nella seconda colonna: “ascolto”, “lettura”, “interazione”,  “produzione orale” e “scritto”. Queste sono gli ambiti in cui le quattro abilità di base sono esercitate e valutate. Li conosciamo tutti anche con delle parole inglesi: reading, listening, writing and speaking.

Non è strano trovare persone che riescono a leggere e scrivere molto bene, ma fanno fatica a capire quando gli altri parlano. Altri ancora si fanno capire parlando in inglese abbastanza corretto ma non riescono a leggere un semplice menu al ristorante. Infatti, queste quattro abilità non si sviluppano automaticamente allo stesso ritmo, ma devono essere seguiti in contemporanea con diversi tipi di esercizi mirati ad apprendere specifici gruppi di parole e forme di espressione.

Le mie lezioni sono strutturate con ordine per facilitare la comunicazione, anche per i principianti, e se ci si impegna per 20 minuti al giorno i progressi sono assicurati.

Cosa significa essere al livello A1?

I principianti veri e propri sanno capire e rispondere ai saluti (hello, hi, how are you?) e sanno presentarsi (Hi, my name is Marsha). Riescono a capire semplici domande e dare informazioni di base sulle cose che gli piacciono e i suoi recapiti. Conosce i nomi dei colori e di alcuni cibi; sa dire dove abita e che lavoro fa. Sa dire la sua età ma fatica a parlare di numeri grandi. Gli serve molto aiuto durante una conversazione, e quindi gradisce dialogare con persone pazienti che parlano piano e formulano domande a cui può rispondere di “yes” oppure “no”.

Al livello A1 bisogna imparare tante parole, quindi ti consiglio di prendere un pacchetto di etichette auto-adesive (come i Post-It, per esempio), e poi di scrivere i nomi dei tuoi mobili e gli oggetti nella tua casa ad uno ad uno. Attacca le etichette a tutti gli oggetti in giro per casa e quando guardi ad un oggetto, pensa al nome in inglese. Questo può aiutarvi a cominciare a pensare in inglese direttamente invece di continuamente essere costretti a tradurre tutte le parole mentalmente.

Cosa puoi fare al livello A2?

Al livello A2, le persone sanno parlare degli abitudini e di cosa stanno facendo al momento. Riescono a descrivere la propria famiglia, la casa dove abita, e i propri animali domestici. Capiscono quando usare il “present simple” o il “present continuous”. Sanno dare semplici indicazioni stradali, conoscono i nomi dei negozi e riescono a prendere semplici appunti oppure scrivere un biglietto di ringraziamento.

Fare allenamento continuo è importante, quindi a questo livello potresti scrivere la lista della spesa in inglese. Puoi anche tenere un diario (che non leggerà nessuno!) dove descrivere le cose che fai tutti i giorni. In questo modo, puoi esercitareti e vedere i tuoi progressi.

Iniziare Bene

Tutti possono imparare l’inglese se hanno voglia e determinazione, e ci sono molti materiali utili per aiutarvi a raggiungere il livello di competenza desiderato. Insieme possiamo scegliere un libro di esercizi, un canale YouTube per le esercizi di ascolto, e tante argomenti che stimolano la curiosità.

Marsha

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *